Tumore del testicolo

Cosa è il Tumore del testicolo?

Il tumore testicolare più frequente è il cosiddetto tumore a cellule germinali (GCT), neoplasia infrequente e con un tasso di guarigione molto alto. La chiave del successo del trattamento dipende sia dal corretto uso dei mezzi diagnostici (soprattutto TC e markers tumorali) sia dall'integrazione delle diverse armi terapeutiche a disposizione: chemioterapia, chirurgia e radioterapia. Il GCT rappresenta circa 1-1,5% di tutte le neoplasie dell'uomo, ed è la neoplasia maligna più frequente nei maschi di età compresa tra i 15 e 40 anni. L'incidenza dei tumori del testicolo e di 3-6 nuovi casi all'anno per 100.000 maschi nei paesi occidentali, con un aumento di incidenza osservato negli ultimi 30 anni.

Circa il 95% sono neoplasie primitive del testicolo, mentre nel 5% dei casi vi è una sede primitiva extratesticolare, più frequentemente nel mediastino o nel retroperitoneo. Nel 40% dei casi si tratta di seminoma puro, mentre circa il 60% sono tumori non-seminomatosi o tumori misti.

Fattori di rischio ben definiti sono rappresentati dalla presenza di un tumore nel testicolo controlaterale o di neoplasia testicolare intraepiteliale (TIN), una storia di testicolo ritenuto.

Come si presenta da un punto di vista clinico un Tumore del testicolo?

Clinicamente parlando il tumore del testicolo si presenta come un nodulo di consistenza dura alla palpazione. Perciò in termini di prevenzione e di diagnosi precoce l’autopalpazione del testicolo è fondamentale, come lo è per la donna quella della mammella per scoprire noduli a questo livello.

Come si effettua la diagnosi di un Tumore del testicolo?

Successivamente alla visita con palpazione del testicolo e sospetto di neoplasia in quella sede, si deve procedere con un’ecografia testicolare e la richiesta di merkers tumorali specifici nel sangue che sono rappresentati dalla alfa-fetoproteina e dalla beta-HCG.

La diagnosi vera e propria viene però fatta al tavolo operatorio con un intervento che viene definito “esplorativo”, nel corso del quale, con il paziente addormentato, si preleva un piccolo frammento della lesione che viene inviato per l’esame istologico, cosiddetto estemporaneo, se il responso dell’anatomo-patologo è di neoplasia si procede, nella stessa seduta, all’intervento chirurgico vero e proprio che viene denominato di orchifunicolectomia, in cui si asporta il testicolo in toto ed il funicolo spermatico fino alla sua emergenza dalla cavità peritoneale.

Come si effettua la terapia di un Tumore del testicolo?

La terapia di base è come soprariportato la orchifunicolectomia, in cui si asporta il testicolo in toto ed il funicolo spermatico fino alla sua emergenza dalla cavità peritoneale. Nello stesso tempo chirurgico si può posizionare una protesi testicolare in silicone che ha una funzione eminentemente estetica.

Sulla base poi dell’esame istologico definitivo si procederà poi con trattamenti successivi che potranno variare dalla chemio alla radioterapia a seconda dell’istotipo specifico.

Per avere una consulenza su questa problematica e prenotare una visita potete utilizzare il form qui sotto, o chiamare la segreteria nella struttura che preferite

Chiedi un consulto


Clicca qui maggiori informazioni
* Campi obbligatori

Individua la clinica più vicina a te

Casa di Cura "Villa Donatello" 
Piazzale Donatello, 14 - 50132 Firenze
Tel. 055 50975
Fax: 055 579070

www.villadonatello.it

+39 055 50975 Chiama ora

Studi Medici "Leonardo da Vinci"
Via Colletta, 24r - 50136 Firenze
Tel. 055 2482290
Fax: 055 2482236

www.leonardodavincicdm.it

+39 055 2482290 Chiama ora

Centro Medico Villa Chiara
Piazza Antonio Gramsci, 8
50053 - Empoli (Firenze)
Tel. e Fax: 0571 981125

sofyservice@gmail.com

+39 0571 981125 Chiama ora