Infertilità Maschile

Cosa è l’ Infertilità di Coppia ?

Si parla di Infertilità di Coppia, quando un uomo ed una donna sessualmente attivi non riescono a procreare dopo 12-24 mesi di rapporti finalizzati alla riproduzione. Secondo le statistiche, una coppia sana di circa 25-30 anni con regolare vita sessuale, ha una possibilità su quattro all’anno di andare incontro ad un concepimento.

Di contro secondo una stima dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), circa il 10-20% delle coppie dei paesi industrializzati soffre di problemi di fertilità. In passato "le colpe" venivano attribuite soprattutto alle donne. Il fattore femminile conta per un terzo dei casi di infertilità, quello maschile per un altro terzo, fattori maschili e femminili combinati per il 15% e il resto rimane "inspiegato".

Queste alterazioni riproduttive del maschio in una alta percentuale di casi possono insorgere in età pediatrica o puberale.

Infatti le statistiche ci dicono che intorno ai 15-20 anni un ragazzo su due è a rischio infertilità.

Per un uomo il fatto di non riuscire a procreare può essere spesso stressante e frustrante e portare a condizionare la vita non soltanto in ambito relazionale con la propria compagna, ma anche in ambito sociale e lavorativo

Vari possono essere i fattori che possono condizionare in senso negativo la fertilità del maschio. Le cattive abitudini quotidiane e la bassa qualità dello stile di vita (fumo, consumo di alcool e di sostanze stupefacenti, sedentarietà, stress, obesità) costituiscono dei fattori di rischio importanti per ridurre la capacità fertilizzante dello sperma. Comportano anche compromissione della fertilità situazioni patologiche andrologiche specifiche quali il varicocele, il testicolo non disceso e ritenuto a livello addominale nonché infezioni che possono colpire la prostata (prostatiti) i testicoli (orchiti). Da questo punto di vista è tipica la parotite( gli orecchioni), se contratta in epoca postpuberale può “scendere” come si dice popolarmente ai testicoli e danneggiarli in maniera irreversibile. Esistono anche quadri patologici importanti quali l’ Ipogonadismo, nel quale, ad un volume testicolare ridotto rispetto alla norma e bassi livelli di testosterone circolante, si accompagnano alterazioni qualitative e quantitative degli spermatozoi. Da non dimenticare poi che l’utilizzo cronico di alcune medicine, soprattutto psicofarmaci, può compromettere la fertilità dell’uomo, sia tramite un danno diretto sugli spermatozoi, sia tramite un fenomeno chiamato eiaculazione retrograda, per cui lo sperma non fuoriesce più all’esterno, ma va in vescica con conseguente impossibilità a procreare.

Come viene diagnosticata l’Infertilità Maschile?

Va esaminata la storia del paziente con particolare riferimento alle abitudini di vita e all’età puberale e dello sviluppo, bisogna inoltre eseguire una visita medica approfondita specifica per valutare i genitali esterni e la prostata. I test di laboratorio di solito includono l’esecuzione di almeno due spermiogrammi a distanza di 15-20 gg l’uno dall’altro, un esame completo del sangue, analisi culturali delle urine e test ormonali. Lo spermiogramma è l’esame cardine in questo settore, in quanto ci fornisce informazioni precise su eventuali alterazioni quantitative e qualitative degli spermatozoi. Spesso è utile eseguire anche un’ecografia di tutto l’apparato uro-genitale per evidenziare patologie congenite o acquisite di queste strutture che possono influenzare la fertilità dell’uomo.

Come viene trattata l’Infertilità Maschile?

Una volta effettuata una diagnosi con gli esami sopra riportati, si passa alla fase terapeutica. Essa può andare dalla rimozione di un varicocele (vene varicose intorno al testicolo che lo possono danneggiare) se presente, a terapie farmacologiche in caso di una prostatite, di un’infezione uro-genitale o di un Ipogonadismo. Qualora dallo spermiogramma emergesse un quadro di azoospermia (mancanza assoluta di spermatozoi nell’eiaculato), attraverso particolari tecniche percutanee (TEFNA), ovvero chirurgiche e microchirurgiche, denominate TESE e Micro-TESE, si può accedere direttamente ai testicoli per prelevare alla fonte gli spermatozoi eventualmente presenti

Per avere una consulenza su questa problematica e prenotare una visita potete utilizzare il form qui sotto, o chiamare la segreteria nella struttura che preferite

Chiedi un consulto


Clicca qui maggiori informazioni
* Campi obbligatori

Individua la clinica più vicina a te

Casa di Cura "Villa Donatello" 
Piazzale Donatello, 14 - 50132 Firenze
Tel. 055 50975
Fax: 055 579070

www.villadonatello.it

+39 055 50975 Chiama ora

Studi Medici "Leonardo da Vinci"
Via Colletta, 24r - 50136 Firenze
Tel. 055 2482290
Fax: 055 2482236

www.leonardodavincicdm.it

+39 055 2482290 Chiama ora

Centro Medico Villa Chiara
Piazza Antonio Gramsci, 8
50053 - Empoli (Firenze)
Tel. e Fax: 0571 981125

sofyservice@gmail.com

+39 0571 981125 Chiama ora